Penelope__i tre nodi del sistema__ill-F-mungiguerra

4° giorno di lavoro : lunedì 11 febbraio 2013 ore 9-18

attività : in accordo con le finalità/identità del

  • macro-sistema IL DONO nei suoi valori FAR EMERGERE LA RETE COLLABORATIVA,

DESIGN PER LA CONDIVISIONE

  • e del sistema PENELOPE

nei suoi valori FARSI ONORE,

DESIGN DEI PRODOTTI E SERVIZI COME PROGETTAZIONE PARTECIPATA PER LA CRESCITA DEL TERRITORIO

definire le inter-relazioni, il ruolo degli attori e le strategie di promozione per i tre nodi/organi di Penelope

agenzia per lo sviluppo dell’impresa civile con strategie di Design per i Sistemi:

BANCA DELLE RICERCHE / capitale i progetti

INCUBATORE PER IL DESIGN / capitale le buone prassi

BANCA DELLE ESPERIENZE / capitale le persone.

I tre gruppi di lavoro sono composti da 26 studenti del 1° anno  frequentanti nell’A.A. 2012.13 il corso di Analisi dei Sistemi del biennio specialistico in Design dei Sistemi dell’ISIAROMADESIGN, coadiuvati dal tutor Francesca Mungiguerra e dal conduttore della ricerca e docente del corso prof.Veneranda Carrino :

  • Matteo Binci, Roberto Dominicis, Sepher Khoshsokhan , Francesco Mammetti, Roberto Maurizio Paura, Gilles Traditi per il gruppo struttura della Banca delle Esperienze / nodo del sistema Penelope;
  • Yuan Feng, Giulia Mari, Elena Pucci, Sara Valleriani, Chen Zhao per il gruppo immagine della Banca delle Esperienze / nodo del sistema Penelope;
  • Cecilia Fabretti, Annabella Guadagni, Marika Ikeda,Jessica Massinelli per il gruppo struttura dell’ Incubatore per il Design / nodo del sistema Penelope;
  • Gioia Abballe, Francesco Lo Parco, Raissa Trinci, Maria Teresa Emmolo, Anna Rosza per il gruppo immagine dell’Incubatore per il Design / nodo del sistema Penelope;
  • Carlo Ciatteo, Francesca Collalti, Ksenia Kotova, Alessandro Previdi per il gruppo struttura della Banca delle Ricerche / nodo del sistema Penelope;
  • Francesca Romana Ciaffardini, Pergiorgio Ferrara per il gruppo immagine della Banca delle Ricerche / nodo del sistema Penelope.

 

Penelope :: i gruppi struttura

 

Penelope :: i gruppi immagine

 

PENELOPE ::  per far sistema 

  • FARSI ONORE come … SINERGIE tra i tre organi per FAVORIRE L’EMERGENZA NEL SISTEMA PENELOPE 
    • accettare/cercare-creare/trasmettere-comunicare  valori
    • completamento / collaborazione / condivisione
  • FARSI ONORE come … INTER-RELAZIONI tra i tre organi per FAVORIRE L’EMERGENZA NEL SISTEMA PENELOPE 
    • 1° fase: i flussi convergono verso l’Incubatore per il Design, sono le idee/progetti dalla Banca delle Ricerche e i team/persone dalla banca delle Esperienze;
    • 2° fase: all’interno dell’Incubatore per il Design questi flussi generano qualità come prassi progettuali, e come ampliamento delle ricerche (nuove idee) e delle esperienze (nuove competenze);
    • 3° fase: questa crescita è messa in circolo per arricchire il capitale della Banca delle Ricerche e la Banca delle Esperienze.
  • quali sono gli elementi in comune nell’IMMAGINE COORDINATA  dei tre organi dell’agenzia Penelope
    • grafica generativa/dinamica: si evolve/modifica con il crescere degli scambi e del capitale
    • visualizzare un sistema aperto: sempre in dialogo tra gli attori, sempre in riflessione sui propri risultati
    • la rete e le connessioni sono sempre visualizzate con diverse scale/ottica
    • tutte le proposte di immagine coordinata nei tre organi hanno in comune un’idea di dinamicità: circolarità, metamofosi, crescita
    • le composizioni si possono scomporre per dar luogo a nuove aggregazioni: per poter visualizzare i contenuti da differenti punti di vista/categorie
    • per l’Incubatore per il Design prevale la comunicazione delle possibili intersezioni anche nella scala temporale
    • sono proposte sia metafore testuali che metafore iconiche nella scelta dei segni per narrare visivamente i contenuti
  • quali sono gli elementi in comune nella STRUTTURA dei tre organi dell’agenzia Penelope
    • tutti e tre gli organi mantengono una struttura aperta, attraverso forme di autovalutazione del sistema continue nel tempo
    • è sempre prevista una fase filtro dei dati in ingresso, con categorie di classificazione del materiale/capitale: parametri sia qualitativi e quantitativi specifici per ogni organo e altri in comune,  decisivo è anche l’apporto delle comunità elettive/attori con ruolo di aiutanti nel sistema
    • l’Incubatore per il Design è una struttura più aperta: poiché luogo dove il progetto trova la sua realizzazione
    • le aree (menù principale) hanno un posizionamento standard nel format grafico dei tre siti web, così da favorire la  memoria visiva e l’appartenenza ad un medesimo sistema dei tre organi
  • quali le STRATEGIE in comune DI PROMOZIONE DEL CAPITALE
    • far emergere e tutelare la qualità dei differenti capitali : progetti_BdR, buone prassi progettuali_IncDes, competenze_BdEsp
    • utilizzo di strumenti quali: la “bacheca” per le proposte dei fruitori/destinanti, la vetrina per le “proposte” dei gestori/destinanti
    • supporto per la crescita con la logica del “passa l’esperienza..” per le proposte di assistenza attuate dalla comunità elettiva/aiutanti
    • le proposte sono relative a contest/aree di ricerca, formazione di team/gruppi di lavoro eterogenei, luoghi e spazi dedicati allo sviluppo e realizzazione dei vari progetti
    • la promozione è comunicata attraverso spot video/mini documentari nell’home page del sito