4° giorno di lavoro / 4th day :  giovedì 16 febbraio 2012 ore 9-13

Lo storyboard del concept di sistema Set/A :: prodotti e servizi, prevede di declinare :

le fasi nel sistema,

gli attori nel sistema,

i nodi del sistema.

Si descrive il sistema Set/A volto alla condivisione come… tipologie/culture attraverso una mappa concettuale, dove si individuano a partire dalle fasi di svolgimento gli obiettivi specifici che saranno assolti dai nodi del sistema in favore degli attori che in ogni fase entrano in gioco.

Il gruppo di lavoro è composto da 7 studenti del 1° anno del corso biennale in Design dei Sistemi dell’ISIAROMADESIGN: Gregory Ambrovics, Andrea Avellino, Alessandra Ciancio, Adriano Conti, Daniele Ficociello, Leonardo Graziano, Francesco Morese, dal docente del corso di Analisi dei Sistemi prof. Veneranda Carrino, dal tutor designer Antonello Lipori e dal cultore della materia designer Francesca Mungiguerra.

Nel sistema “Il DONO # far emergere la rete collaborativa” è lo sviluppo di un concept relativo ad un  Set A // prodotti e servizi :: agenzia per lo sviluppo dell’impresa civile con strategie di Design dei Sistemi, prevede come emerso dalla fase di brainstorming l’individuazione dei seguenti attanti nel sistema, qui sintetizzato in breve :

le fasi nel sistema // iniziale – centrale – finale, .. nuovo inizio

  • ogni fase declina obiettivi specifici per il raggiungimento del macro-obiettivo valoriale di “CONDIVISIONE”
  • sono coinvolti sia gli attori  in diversi ruoli e gerarchie sia i nodi del sistema come risposta agli obiettivi di fase

gli attori nel sistema // destinanti, aiutanti, destinatari in ottica di progettazione partecipata

  • destinanti come facilitatori e gestori del servizio, designers (senior e junior)
  • aiutanti come organizzazioni territoriali del distretto industriale coinvolti attivamente nel supporto al servizio
  • nodi del sistema come i tre organi dell’agenzia: Banca delle Ricerche, Incubatore, Banca delle Esperienze
  • destinatari come imprese nel distretto territoriale industriale

i nodi  del sistema // prodotti e rete di servizi affini e dedicati

  • per il set/A sono: – sia i servizi resi dalla Banca delle Ricerche e dalla Banca delle Esperienze con il loro capitale di risorse umane e di progetto in ottica sistemica a favore del territorio industriale che opera come impresa civile;  - sia i prodotti sviluppati nel centro ricerche “Incubatore” (senior_junior)  atte a sperimentare collettivamente positive dinamiche relazionali, coerentemente con i macro-obiettivi valoriali espressi nello statuto dell’agenzia.

Che ruolo gioca nelle fasi salienti di svolgimento del concept la progettualità del designer ( visual & interaction) per i nodi del sistema, ovvero i tre organi dell’agenzia?

sintesi # brainstorming / pannello>> ” per tutti e tre gli organi dell’agenzia si pone fortemente e prioritario un obiettivo di ‘comunicazione condivisa’ che va articolato nelle fasi con differenti peculiarità“ 

fase iniziale // di comunicazione come promozione  >>  nodo del sistema :: Banca delle Ricerche

Si richiede una diffusione delle informazioni volta a rapportare Destinanti e Destinatari, pone domande di progetto sulla modalità di accesso ai dati sia in fase di immissione/categorizzazione che in fase di accesso/valutazione. Ha l’obiettivo di capitalizzare gli imput, favorendo la scelta opportuna dei “brief” per il loro sviluppo in concept di prodotto.

fase centrale // di comunicazione come produzione >> nodo del sistema :: Incubatore junior_senior

Si sperimentano le regole dello statuto dell’agenzia, ovvero: “passa l’esperienza del farsi onore” (vedi day 3).

Si richiede di una diffusione delle informazioni volte a creare interelazioni proficue tra i Destinanti e gli Aiutanti, pone domande di progetto sulla modalità di ingresso/archivio/scelta tra profili/curricula delle risorse junior_senior per la formazione dei gruppi di lavoro (trasversali per competenze e con avvicendamento nei ruoli).

fase finale // di comunicazione come valorizzazione >>  nodo del sistema :: Banca delle Esperienze 

Si richiede di poter capitalizzare le informazioni come esiti da visualizzare nella ‘Banca delle Esperienze’ e di poter sottoporre/presentare/collegare con il supporto degli Aiutanti i concept di prodotto ai Destinatari per una loro adozione volta alla definizione dei prototipi e alla necessarie sperimentazioni per una definitiva immissione nel mercato.

considerazioni finali (4° giorno) :

 “Design del prodotto e dei servizi come progettazione partecipata per la crescita del territorio”.
Concorso di idee per la definizione di un immagine coordinata come comunicazione visiva per i tre organi dell’Agenzia, e di interfacce dedicate e relativi software gestionali volte alla organizzazione di qualità di dati sia in fase di immissione, che di relazione, che di accesso/visualizzazione volti a favorire comunicazione nella comunità partecipante.
Si vogliono promuovere riflessioni e aprire temi di ricerca, sia come prodotti che come servizi, in ambito di “CONDIVISIONE” in una visione di economia civile per il Design dei Sistemi.
Chiediamo ai designer di sviluppare competenze di Design Management e Design Strategico con attuazione di ‘agenzie per lo sviluppo’ per favorire sia in termini di dinamiche relazionali,  sia in termini simbolici di narrazioni:  la condivisione di culture come conoscenze, esperienze e competenze per la crescita del territorio industriale come economia civile.
Chiediamo di esercitare la creatività progettuale del design verso il raggiungimento non solo di fini meramente speculativi di incremento di domanda ma di inserimento nel prodotto di macro-obiettivi valoriali per il ben-essere collettivo.