2° giorno di lavoro / 2nd day :  giovedì 02 febbraio 2012 ore 9-18

80 immagini evocative come glossario visivo delle parole afferenti i seguenti termini

condividere / share / mettere in comune / commune

sottrarre / subtract

rumore / noise

Il significato dei termini è esplorato a partire da immagini evocative e dalle suggestioni dei loro segni. Si elabora un possibile glossario visivo come valori e azioni per stimolare creativamente la produzione di concepts, ovvero concetti ancora metaforici ma plausibili obiettivi di progetto, relativi alla:

condivisione come… comportamento/come (gruppo di lavoro in colore verde)

condivisione come… contesto/dove (gruppo di lavoro in colore blu/post-it arancio)

condivisione come… tipologia/cosa  (gruppo di lavoro in colore rosso)

I tre gruppi di lavoro sono composti da 18 studenti del 1° anno del corso biennale in Design dei Sistemi dell’ISIAROMADESIGN: Matteo Accurso, Andrea Avellino, Gergely Ambrovics, Sara Bianchetti, Davide Capalbo, Fulvio Castelli, Alessandra Chiavaro, Alessandra Ciancio, Adriano Conti, Chiara De Donatis, Leonardo Graziano, Eleonora Marchetti, Nicolò Merendino, Francesco Morese, Marco Piras, Giulia Romiti, Elena Rotondi, Francesco Teutonico, dal docente del corso di Analisi dei Sistemi prof. Veneranda Carrino, dal tutor designer Antonello Lipori e dal cultore della materia designer Francesca Mungiguerra.

agenda

ore 9-10 // breve introduzione :: si predispone l’aula e i fogli in unico pannello

ore 10-11 // 1a parte dell’attività :: ricerca glossario termini ed elaborazione della mappa (in gruppo)

pausa

ore 11,30-13 // 2a parte dell’attività :: scelta delle immagini e formulazione di ipotesi pro concepts (individualmente)

ore 14-15 // brainstorming volta a definire le ipotesi pro concepts (in gruppo)

ore 15-16 // sintesi e scrittura dei concepts sul pannello

pausa

ore 16,30-18 // presentazione collettiva dei risultati

ogni gruppo dispone dei seguenti materiali 

1 pannello pieghevole :: 4 fogli 50×70 di carta da spolvero

per scrivere/disegnare :: markers, evidenziatori e post-it del colore identificativo gruppo, pennarelli neri e post-it gialli per il glossario visivo

per completare la mappa :: forbici, scotch trasparente e di carta, colla stick

vocabolario lingua italiana, dizionario etimologico, dizionario it/en_en/it

copia stampata del visual thesaurus dei termini in analisi

copia stampata delle 80 img in B&N f.to A6

foglio con le indicazioni e modalità di svolgimento dell’attività

logistica

aula con a parete esposti i pannelli del 1° giorno di lavoro e a parte in esposizione le 80 img a colori in f.to A4 . Le immagini sono state già preselezionate (un particolare ringraziamento al cultore della materia designer Francesca Mungiguerra per aver svolto tale attività di ricerca nell’ emeroteca dell’ ISIAROMADESIGN, e non nei più facili ma fin troppo praticati motori di ricerca on-line).

3 tavoli di lavoro per 6 persone

nota :: gli studenti accedono al lavoro di gruppo senza alcun materiale personale.

macchina fotografica e video camera per documentare l’attività e le fasi di sintesi.

fasi

  • al lavoro sulle immagini evocative :: come glossario visivo

Si ricercano i significati dei termini appartenenti alle aree di pertinenza linguistica delle tre parole:  condividere / sottrarre / rumore.

Per le parole notevoli emerse nel primo giorno di lavoro e dopo aver nuovamente scritto il loro significato e individuato nella mappa il ruolo che hanno giocato nell’individuazione dei primi concepts, si ricercano nuove possibili accezioni dei termini a partire da immagini evocative per ampliare ed ulteriormente articolare gli ambiti di intervento progettuale, ovvero per declinare i concepts descrivendone il ‘cosa/come/dove’.

Il termine primario è ‘condividere’, come ambito generale di intervento progettuale per A.A. 2011.12: condividere il mondo # sottrarre rumore.

Ogni gruppo declina il senso delle parole attraverso una lettura dei segni/simboli delle immagini cercando affinità con le tre aree di sviluppo dei concepts di progetto:

condivisione come… comportamento/come  >> ATTIVITA’ DI SENSIBILIZZAZIONE :: nella nostra università di Design facendo riferimento sia agli studenti che ai docenti  Quali comportamenti adottare per favorire la condivisione? ovvero per favorire progetti di ricerca, sia come prodotto che servizio, in ambito di condivisione in una visione di economia civile (vedi mappa del territorio).

condivisione come… contesto/dove >> SPAZI_ARREDI :: nella nostra università di Design facendo riferimento sia agli studenti che ai docenti  Che qualità assumono i contesti  per favorire la condivisione? ovvero per favorire progetti di ricerca, sia come prodotto che servizio, in ambito di condivisione in una visione di economia civile (vedi mappa del territorio).

condivisione come… tipologia/cosa  >> CULTURA :: nella nostra università di Design facendo riferimento sia agli studenti che ai docenti  Quali tipologie di cose si possono mettere in comune per incrementare una logica di condivisione? ovvero per favorire progetti di ricerca, sia come prodotto che servizio, in ambito di condivisione in una visione di economia civile (vedi mappa del territorio).

  • mattinata 1a parte // area centrale del pannello

in gruppo >> glossario e definizione mappa: si cercano i significati delle parole già individuate come notevoli per la costruzione del concepts :: si leggono, si ascoltano, si scrivono sui post-it. Si elabora graficamente la mappa, sulla base del format grafico richiesto.

  • mattinata 2a parte // area centrale del pannello

singolarmente >> glossario visivo e formulazione di ipotesi : si osservano tutte le immagini proposte e si scelgono liberamente quelle che soggettivamente ognuno ritiene più interessante come accezioni di senso utili a significare valori o azioni per il concepts, che vengono ad essere ampliati e maggiormente descritti nelle modalità. Si scrivono le ipotesi individuali sui post-it neutri gialli esternamente la mappa dei termini.

  • pomeriggio 1a/2a parte // area finale del pannello

in gruppo >> brainstorming _ sintesi: si elabora in comune il brief del concept.  Ogni partecipante esprime la propria opinione/suggerisce ipotesi (scrivendola), dialoga con gli altri e il gruppo arriva ad una formulazione unitaria di sintesi (scrivendola sui post-it finali).  Si ricostruisce il filo delle immagini che hanno condotto alle ipotesi finali.  Si prepara la presentazione e si espone il pannello alla parete.  Si libera l’aula per la fase conclusiva della giornata di presentazione dei risultati.

  • pomeriggio 3a parte // area finale del pannello

in gruppo >> presentazione : fase di ascolto/comunicazione dei risultati ed elaborazione finale dei contenuti sulla scorta dei commenti del docente. L’esposizione avviene in presenza del direttore dell’ ISIAROMADESIGN prof. Giordano Bruno.

day2--illustrazione-designerFrancescaMungiguerra